ODONOMANTOVA

Solferino e San Martino, via

Tipologia Oggetto
Relazione della Commissione per la Toponomastica, 28/2/1895, estratto
Relazione della Commissione per la Toponomastica, 28/2/1895, estratto

Indicazioni sul soggetto

Il 28 febbraio 1895 la Commissione per la Toponomastica - composta da Luigi Carnevali, Stefano Davari, Carlo Sacchi, Natale Ferroni e Catullo Baldi - scrive al Sindaco di Mantova per rendere noto che ha terminato il lavoro di riflessione in merito ai nomi strade e piazze da sostituire o intitolare ex novo.

"La Commissione determinò di scegliere fra i nomi da sostituire agli attuali quelli di uomini illustri antichi, quasi tutti Mantovani o che furono meritevoli d'essere considerati nostri concittadini per opere insigni qui eseguite e per lunga dimora qui fatta specialmente nella Corte dei Gonzaga; poi quelli d'altri moderni illustri per aver dato la vita per la patria o sul patibolo o sui campi di battaglia o che si segnalarono in opere di virtù vere sempre a favore d'Italia o della umanità".

Nell'elenco consegnato, che contiene oltre sessanta nomi, appaiono "alcune nuove proposte di mutamento di nomi alle vie per ricordare almeno alcuni dei fatti gloriosi della nostra epopea". Tra queste, si chiede di cambiare il nome di via Stabiliin quello di via Solferino e San Martino, a ricordo di una celebre battaglia della seconda guerra di indipendenza italiana, che ebbe luogo il 24 giugno 1859.

Il Consiglio comunale, si riunisce il 26 marzo successivo, con ordine del giorno Cambiamento di nomenclatura ad alcune porte, piazze e vie di Mantova e legge la relazione stilata dalla Commissione, restringendo a 20 i 62 mutamenti proposti dalla suddetta, temendo di ingenerare confusione nella cittadinanza. Analizzando le proposte della Commissione il Consiglio commenta: "Dagli uomini illustri si passava alle date più memorande della epopea nazionale, e ai fatti d'arme compiutisi nelle guerre della patria indipendenza nella nostra Provincia", stabilendo che da quel momento via Stabili deve chiamarsi via Solferino, azione che in chiusura di delibera viene confermata dal Consiglio.

Il 19 marzo 1923, la Commissione Consultiva per il cambiamento e la denominazione delle vie di Mantova si riunisce per rinominare alcune strade della città, e "ritenuto che il nome di S. Martino venne sostituito nel 1871 alle tre antiche denominazioni S. Martino, S. Maria della carità e Ginepro, a ricordare la gloriosa battaglia del 1859 nel momento stesso in cui davasi il nome di Solferino alla via Stabili; perché a Mantova non sia ricordato solo il nome della vittoria francese che fu una per tempo, per fortuna, per valore con quella italiana di S. Martino, fa voti che il Consiglio Comunale voglia chiamare l'attuale via Solferino col nome di Solferino e S. Martino già Stabili". 
La proposta viene poi approvata dal Consiglio Comunale, che cambierà quindi il nome di quella che era un tempo via Stabili e poi Solferino, in via Solferino e San Martino.

Tema

altro