ODONOMANTOVA

Monteverdi, Via

Tipologia Oggetto
Relazione della Commissione per la Toponomastica, 28/02/1895, pag. 5
Relazione della Commissione per la Toponomastica, 28/02/1895, pag. 5

Indicazioni sul soggetto

Il 28 febbraio 1895 la Commissione per la Toponomastica - composta da Luigi Carnevali, Stefano Davari, Carlo Sacchi, Natale Ferroni e Catullo Baldi - scrive al Sindaco di Mantova per rendere noto che ha terminato il lavoro di riflessione in merito ai nomi strade e piazze da sostituire o intitolare ex novo.

"La Commissione determinò di scegliere fra i nomi da sostituire agli attuali quelli di uomini illustri antichi, quasi tutti Mantovani o che furono meritevoli d'essere considerati nostri concittadini per opere insigni qui eseguite e per lunga dimora qui fatta specialmente nella Corte dei Gonzaga; poi quelli d'altri moderni illustri per aver dato la vita per la patria o sul patibolo o sui campi di battaglia o che si segnalarono in opere di virtù vere sempre a favore d'Italia o della umanità".

Nell'elenco proposto, che contiene oltre sessanta nomi, a quello di piazza Leona viene affiancato quello del maestro di musica Claudio Monteverdi, "cremonese di nascita e fatto poi cittadino di Mantova", ma non viene approvato in via definitiva.

In un articolo della Gazzetta di Mantova del 4 gennaio 1959 in cui si parla di toponomastica cittadina, l'autore si fa portavoce dei cittadini mantovani, ed in particolare, riporta che "un musicofilo rileva invece come manchi una via Claudio Monteverdi, doveroso riconoscimento ai profondi legami che il musicista cremonese ebbe con Mantova", desiderio poi finalmente realizzato con l'intitolazione della via nel centro storico.

Tema

altro