ODONOMANTOVA

Acerbi Giovanni, Via

Tipologia Oggetto
Verbale di Deliberazione del Consiglio Comunale di Mantova, 31/8/1891, pag. 1
Verbale di Deliberazione del Consiglio Comunale di Mantova, 31/8/1891, pag. 1

Indicazioni sul soggetto

"I nomi proposti appartengono ad esimi nostri concittadini, che furono patrioti, statisti, letterati e scienziati insigni, ed il cui ricordo è ancora vivo nel cuore e nella mente di tutti noi. Perciò non dubito che il Consiglio vorrà accogliere con favore la fatta proposta"

Con queste parole il sindaco di Mantova - cav. Cesare Menghini - introduce il 31 agosto del 1891 la proposta di cambiare il nome ad alcune vie della città.

Il consigliere e avvocato Fermo Roeca raccomanda il nome di Giovanni Acerbi che, "nel 1848 fu anima della colonna Mantovana e si distinse all'assedio di Roma, prese parte alle 5 giornate di Milano e nel 53 fu altro dei congiurati che a Mantova arrischiarono la vita per liberare la patria dallo straniero".
Ricorda inoltre Roeca come l'Acerbi sia stato anche deputato della provincia "ed abbia sacrificato la propria sostanza a beneficio della causa italiana".

Propone pertanto di intitolare ad Acerbi la via chiamata Pusterla, nella quale sorgeva la dimora in cui egli "trasse gran parte della sua esistenza".

Posto ai voti, l'ordine del giorno viene approvato all'unanimità dai 26 consiglieri presenti e votanti.

Tema

altro