ODONOMANTOVA

Franchetti Giuseppe, Via

Tipologia Oggetto
Nota particolare, 13/11/1925
Nota particolare, 13/11/1925

Indicazioni sul soggetto

Giuseppe Franchetti (Mantova, 21 novembre 1824 – Mantova, 6 aprile 1903), filantropo e imprenditore lasciò una cospicua somma di denaro al Comune di Mantova per volontà testamentaria. Nel 1906 nasce la Fondazione che ne porta ancora oggi il nome, istituto che sostiene gli studenti mantovani più meritevoli attraverso premi, assegni e borse di studio.

Una nota particolare datata 13 novembre 1925 riporta che il dott. Ernesto Gallico "esprime desiderio che una delle vie della città venga intitolata al nome del benemerito concittadino fu Giuseppe Franchetti", richiesta su cui la Giunta discute in seduta del 24 novembre 1925 e si trova favorevole, individuando la zona per la possibile intitolazione nel quartiere circostante la Camera di Commercio.
In un promemoria relativo alla suddetta seduta si riscontra la proposta "di intitolare al nome di Giuseppe Franchetti il tratto dell'odierna via Orefici fra la via Pietro F. Calvi e la via Meazzi (oggi Bertani NDR). In detto tratto trovasi la casa dove nacque, visse e morì G. Franchetti".

Il 30 novembre del 1925 il Commissario Anziano dell'Istituto Giuseppe Franchetti scrive al Sindaco di Mantova, ringraziando per la decisione presa dalla Giunta Comunale di intitolare una via alla memoria del filantropo e producendosi in un "sincero plauso per l'alta opera dell'on. Giunta Comunale che, promuovendo il più grande avvenire della Città Nostra, non dimentica il giusto omaggio anche a Coloro che in passato operarono per il maggior lustro della Comunità Mantovana".

Il 2 dicembre del 1945, però, il Commissario Prefettizio scrive al Sindaco di Mantova a nome dell'Istituto, ricordando le generose elargizioni compiute nei confronti della comunità e pregandolo "certo che ciò facendo Ella interpreterà il senso di gratitudine della numerosa schiera dei beneficianti mantovani, di riprendere la pratica avviata da anni e poi lasciata cadere, non improbabilmente per settarietà razziali degli amministratori del defunto regime, riguardante l'intestazione di una via della città al nome del munifico fondatore dell'Istituto Comm. Giuseppe Franchetti".





 

Tema

altro